NON MANGIAMO ANIMALI. PER QUALI MOTIVI?


 Pubblicato il     in  


E’ innata in noi la consapevolezza di quanto sia sbagliato fare del male e uccidere; non mangiamo animali semplicemente per non uccidere.


Non mangiamo animali semplicemente per non uccidere.

Il pezzo di carne o pesce nel nostro piatto o la fetta di prosciutto nel nostro panino non sono altro che i corpi di animali – esseri senzienti, come noi – uccisi dopo una vita di sofferenza in allevamento. Evitare di mangiare “carne e pesce” significa salvare quegli animali, evitare loro patimenti estremi e una morte atroce. 
E’ innata in noi la consapevolezza di quanto sia sbagliato fare del male e uccidere, è una questione di senso di giustizia.
 
Oltretutto, non ne va della nostra sopravvivenza, tutt’altro (senza carne viviamo molto meglio), si tratta solo di un’abitudine, che può essere facilmente cambiata. E dunque… cambiamola, è facile!

Chi ama gli animali non li mangia

Gli animali allevati per la macellazione non sono diversi dai cani e gatti, nella loro capacità di provare sentimenti ed emozioni. Dunque, non vi è differenza tra uccidere un cane o un maiale, un coniglio, una gallina o un gatto. Se ci fa orrore uccidere a sangue freddo un cane e poi mangiarne le carni solo per uno sfizio di gola (tanto che nella nostra società l’abbiamo reso illegale), dobbiamo capire che stroncare la vita degli animali che legalmente si possono macellare non ha nulla di diverso. 
Pensiamoci, andiamo oltre le superficiali abitudini, riflettiamo sull’orrore di uccidere esseri senzienti, a qualsiasi specie essi appartengano!
 
Scarica l’e-book “Perché vegan – Una scelta per il bene di tutti: animali, ambiente, noi stessi”, leggilo con calma per capire le motivazioni della scelta vegan (è gratuito!). Scaricalo dal sito
 LibriVegan.info.

Carne da macello – o animali da salvare?

Prendi il coraggio a due mani e guarda da dove arriva la “carne”, CHI era prima di diventare un cibo nel tuo piatto. E’ giusto conoscere l’inferno in cui vivono gli animali e come avviene la loro uccisione al macello. E’ quello che accade ogni giorno, incessantemente. Se è troppo brutto e penoso da guardare, è infinitamente più brutto da fare! Per evitare tutto questo, occorre smettere di mangiare animali. 
Guarda il video.

Gli allevamenti distruggono l’ambiente

Gli allevamenti non solo distruggono la vita degli animali allevati, ma distruggono anche l’ambiente naturale, con conseguenze estremamente negative sull’esistenza degli animali selvatici, nonché su quella degli esseri umani stessi.

Gli animali d’allevamento consumano molte più calorie, ricavate dai mangimi vegetali, di quante ne producano sotto forma di carne (pesce incluso), latte e uova. Sono trattati come “macchine”, e come tali sono del tutto inefficienti: per ogni kg di carne che si ricava da un animale, lo stesso animale deve mangiare mediamente 15 kg di vegetali, appositamente coltivati. Con uno spreco abnorme di terreni fertili, energia, acqua, sostanze chimiche e con l’emissione di inquinanti. 
Nutrirsi direttamente di vegetali, anziché coltivare i vegetali per gli animali e poi uccidere gli animali per la loro carne, significa saltare questo passaggio di trasformazione del tutto inefficiente e consente un risparmio di risorse enorme, fino al 93%, permettendo così di diminuire moltissimo il nostro impatto ambientale.

Leggi su: http://www.vegfacile.info/vegan.html

Tags: